Con nota n. 2025 del 16 marzo, il Miur ha diramto le indicazioni specifiche per le scuole paritarie conseguenti alla riforma della scuola secondaria superiore.
La nota conferma che le istituzioni paritarie, al pari di quelle statali, a partire dall’anno 2010/2011 confluiscono nel nuovo ordinamento e possono attivare solo classi prime relative ai nuovi percorsi previsti dal nuovo ordinamento. Le classi attualmemente funzionanti proseguiranno invece il percorso scolastico secondo il previgente ordinamento, fino al graduale esaurimento dei corsi. Tutte le indicazioni riflettono le disposizioni contenute negli allegati ai Regolamenti.
Le scuole dovranno inviare all’Ufficio Scolastico Regionale territorialmente competente una formale comunicazione relativa all’indirizzo o agli indirizzi in cui confluire entro il 31 marzo 2010, corredata da copia dei decreti di autorizzazione alla sperimentazione a suo tempo emanati. La confluenza nei nuovi indirizzi di studi segue i criteri indicati nelle tabelle delle “confluenze” allegate ai Regolamenti rinvenibili sul sito M.I.U.R. – sezione “riforma della scuola secondaria superiore “ (regolamenti, settori, indirizzi, confluenze, quadri orari, profili,…). Al proposito, è allegata una proposta di modello di scheda che le scuole potranno utilizzare, allegando una scheda per ciascun indirizzo di studi, nel caso in cui gli USR non abbiano già provveduto a diramare disposizioni in merito.
La nota prevede anche il caso di quegli istituti paritari che, a seguito dell’entrata in vigore della riforma degli ordinamenti, assumono una denominazione diversa da quella attuale. Le scuole che intendano attivare nuovi corsi relativi ad indirizzi diversi da quelli attualmente riconosciuti come paritari, ovvero ulteriori corsi non congruenti con gli attuali per effetto delle confluenze previste negli allegati ai Regolamenti, debbono presentare domanda di estensione della parità all’Ufficio Scolastico Regionale entro il 31 marzo 2010, indicando il percorso di studi di nuovo ordinamento di cui si chiede l’istituzione dall’anno scolastico 2010/11, a partire dalla classe prima in vista della progressiva istituzione dell’intero corso.
Le scuole secondarie di II grado già funzionanti come non paritarie, o quelle che avvieranno l’attività dall’anno scolastico 2010/2011 e che presenteranno domanda di riconoscimento della parità scolastica entro il 31 marzo 2010, ai sensi del D.M. n.267 del 29.11.2007 e del D.M. n.83 del 10 ottobre 2008, potranno essere autorizzate al funzionamento della sola classe prima, a sviluppo graduale, di un percorso di studi previsto dai nuovi ordinamenti,
 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo