Ultime notizie

Calabria. Scuola, è online [...]

Calabria. Scuola, è online il bando “dotazioni tecnologiche”

È online la versione definitiva, approvata con decreto n. 3148 del 23 marzo scorso, dell'avviso pubblico sulle dotazioni tecnologiche, rivolto a tutti gli istituti scolastici statali della Calabria, finalizzato all’acquisizione di nuovi metodi didattici, laboratori e dotazioni tecnologiche.

Lo stanziamento delle risorse ammonta a quasi 9 milioni di euro, afferenti all’asse 11 “istruzione e formazione” del Por Calabria 2014-2020. Il contributo erogabile è pari al 100% delle spese sostenute dalle scuole, fino a un massimo di 60.000 euro.

Le scuole statali calabresi, di ogni ordine e grado, potranno inoltrare le istanze di partecipazione sulla piattaforma informatica appositamente predisposta all’interno della pagina dedicata al bando nel portale CalabriaEuropa. Sarà possibile presentare l’istanza di candidatura nella piattaforma informatica entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del Bando sul Burc.

Come meglio specificato nell’avviso, il file di riepilogo del progetto, firmato digitalmente, essenziale ai fini dell’ammissibilità, potrà essere inoltrato nella piattaforma informatica a partire dal decimo giorno e fino al trentasettesimo giorno a decorrere dalla data di pubblicazione sul bollettino ufficiale. Nello specifico il bando “Dotazioni tecnologiche, aree laboratoriali e sistemi innovativi di apprendimento nelle scuole” è finalizzato alla concessione di contributi per: interventi infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’apprendimento delle competenze chiave; piattaforme web e strumenti di apprendimento on-line a supporto della didattica nei percorsi di istruzione e di formazione professionale.

Tutti gli istituti scolastici statali calabresi potranno, quindi, promuovere progetti di innovazione tecnologica. Da un lato potranno programmare investimenti finalizzati all’acquisizione di attrezzature tecnologiche, per esempio dotandosi di sistemi di videoconferenza, di strumenti per dare vita a vere e proprie classi digitali e per allestire laboratori; dall’altro potranno testare l’utilizzo di piattaforme e strumenti innovativi a supporto della didattica frontale o sperimentare sistemi di apprendimento anche al di fuori dell’ambiente scolastico tradizionale.

I progetti saranno sottoposti a valutazione dando priorità a quelli presentati da scuole in cui si registrano maggiori disagi e più alta è la dispersione scolastica e poi verranno predisposte le relative graduatorie di merito.

Tutti i dettagli, le modalità operative e i documenti sono disponibili sul portale Calabria Europa nella pagina dedicata al bando, raggiungibile al seguente link:

http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bando/261/nuovi-metodi-didattici-laboratori-e-dotazioni-tecnologiche-per-le-scuole.html. p.g.

 

Comparto Scuola: Sciopero [...]

Comparto Scuola: Sciopero generale 30 marzo 2017

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha reso noto lo “sciopero generale per l’intera giornata del 30 marzo 2017 dei dipendenti pubblici di tutti i comparti del pubblico impiego”.

CONVEGNO REGIONALE A RIMINI

CONVEGNO REGIONALE A RIMINI

 

Piero Romei 2006-2017... oggi (più di) ieri

Giovedì 20 Aprile 2017 Ore 15

Liceo Classico Giulio Cesare - Manara Valgimigli

Via Maurizio Brighenti 38, 47921 Rimini

Scuole Innovative . [...]

Scuole Innovative . Costituita la commissione giudicatrice

La Ministra Valeria Fedeli ha firmato il decreto di nomina dei commissari che valuteranno le oltre mille proposte pervenute nell’ambito del “Concorso di idee per la realizzazione di scuole innovative”.

Il concorso ha l’obiettivo di individuare nuove soluzioni per gli ambienti scolastici dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica. Saranno 51 le scuole realizzate (qui i dettagli e le aree dove sorgeranno http://www.scuoleinnovative.it/) grazie allo stanziamento di 350 milioni di euro, previsto dalla legge ‘Buona Scuola’.

La Commissione, che opera a titolo gratuito e il cui Presidente sarà designato per sorteggio, è così composta:

Ing. Marco Bartoloni, per il Consiglio nazionale dell’ordine degli ingegneri;

·       Arch. Laura Galimberti, per la Struttura di missione per il coordinamento e impulso nell’attuazione di interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica;

·       Arch. Benedetta Tagliabue, come rappresentante del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

·       Prof.ssa Maura Striano, docente di pedagogia generale e sociale presso l’Università “Federico II” di Napoli;

·       Arch. WernerTscholl, per il Consiglio nazionale dell’ordine degli architetti.

La Commissione individuerà per ciascuna area di intervento (sono 51 in tutto) le prime tre proposte vincitrici che saranno premiate rispettivamente con 25.000, 10.000 e 5.000 euro. I progettisti potevano concorrere per una sola area. I progetti arrivati sono stati 1.238.  

La progettazione finale sarà curata dagli Enti locali e potrà essere affidata anche agli stessi progettisti individuati dal concorso di idee nel rispetto della normativa vigente.

Ingresso gratuito per i [...]

Ingresso gratuito per i docenti a musei, aree archeologiche e monumentali

 Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con decreto n. 111 del 14 aprile 2016 ha introdotto una modifica all’art. 4, comma 3, del decreto n. 507 dell’11 dicembre 1997, recante le norme per l’istituzione del biglietto d’ingresso ai musei, gallerie, scavi di antichità, parchi e giardini monumentali, relativa all’ingresso gratuito consentito “ … al personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle Istituzioni scolastiche, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, sul modello predisposto dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca”. 

 L’effettiva attuazione della citata previsione, pertanto, è resa possibile dalla predisposizione di una certificazione della condizione di docente di ruolo o con contratto a tempo determinato e dal rilascio a cura della istituzione scolastica ove il docente presta servizio.  

 In relazione a quanto sopra, questo Ministero ha aggiornato il modello già esistente, e che si trasmette in allegato, che dovrà essere esibito dai docenti alle biglietterie dei musei e dei siti, ai fini dell’attestazione all’appartenenza alle sopra indicate categorie, unitamente al documento valido di identificazione.

I Dirigenti scolastici sono invitati a voler compilare e rilasciare il modello di attestazione al personale in servizio presso le rispettive Istituzioni scolastiche con incarico a tempo indeterminato o determinato, specificando per quest’ultimo  personale la data di inizio e di termine del contratto. Nel caso in cui il docente presti servizio in più scuole provvederà l’istituzione scolastica ove il docente presta servizio il maggior numero di ore.

Circolare e allegato:

http://www.istruzione.it/allegati/2017/MIUR.AOODGPER.REGISTRO_UFFICIALE(U).0012045.20-03-2017.zip

Esami di Stato per Tecnici e [...]

Esami di Stato per Tecnici e Professionali: esempi di prove

Sul sito del Miur sono disponibili alcune seconde prove scritte ed esempi, relativi agli aa.ss. 2014/15 e 2015/16, con declinazione delle conoscenze, abilità e competenze coinvolte nella costruzione delle prove stesse.

http://www.istruzione.it/allegati/2017/prot3067_17.zip

Al via Progetto Grazia [...]

Al via Progetto Grazia Deledda nelle scuole di ogni ordine e grado

In occasione del recente anniversario per i 90 anni dall’assegnazione, il 10 dicembre del 1926, del premio Nobel a Grazia Deledda, il Miur intende affidare, tramiteprocedura di gara aperta alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, la realizzazione di un progetto, come di seguito delineato, che valorizzi l’opera della scrittrice sarda nelle scuole e ne riproponga la lettura e l’introduzione nei percorsi didattici.

Le scuole che volessero partecipare alla selezione per l’affidamento dell’incarico di realizzare il progetto, intitolato “Grazia Deledda, donna e scrittrice, a novant’anni dal Nobel per la letteratura”, dovranno pertanto attenersi alle indicazioni fornite di seguito e a tutte le prescrizioni contenute nel predetto avviso pubblico, e in particolare al termine ultimo per la presentazione della loro offerta e proposta progettuale, fissato per il giorno 31 maggio 2017.

Finalità del progetto:

1. celebrare l’ottantesimo anniversario della morte di Grazia Deledda e il novantesimo dall’assegnazione del premio Nobel per la letteratura;

2. far conoscere la sua figura e la sua opera nel panorama italiano ed europeo;

3. confrontare il suo percorso letterario ed esistenziale con quello di altre donne italiane che negli stessi anni si sono affermate nei diversi ambiti sociali, politici e culturali;

4. riconoscere la peculiarità della sua esperienza di scrittrice nel confronto con donne e uomini italiani insigniti del premio Nobel o di altri prestigiosi premi internazionali;

5. collegare il percorso di emancipazione di Grazia Deledda alle conquiste politiche delle donne italiane, a poca distanza dal recente anniversario del riconoscimento del loro diritto di voto.

Destinatari delle azioni del progetto: Scuole di ogni ordine, grado e indirizzo.

Circolare: http://www.istruzione.it/allegati/2017/CM_GraziaDeledda.pdf

 

Premio Nazionale Insegnanti. [...]

Premio Nazionale Insegnanti. Docente ospedaliera la più brava d’Italia

Sono stati resi noti i cinque docenti più bravi d’Italia. Sono:

Annamaria Berenzi, docente di matematica in una sezione ospedaliera di Brescia;

Daniela Ferrarello, insegnante di matematica in una sezione carceraria di Catania;

Consolata Maria Franco, docente di italiano nel carcere minorile di Nisida;

Dario Gasparo, insegnante di scienze in un istituto comprensivo di Trieste:

Antonio Silvagni, docente di latino e materie letterarie in un istituto superiore di Arzignano (VI). Sono i cinque vincitori della prima edizione del Premio Nazionale Insegnanti - ItalianTeacherPrize, gemellato con il Global TeacherPrize.

Alla prima finalista, Annamaria Berenzi, andrà un premio pari a 50.000 euro, gli altri quattro riceveranno 30.000 euro ciascuno. Il premio in denaro verrà assegnato direttamente alle scuole delle e dei docenti vincitori per la realizzazione di attività e progetti promossi e coordinati dalle e dai premiati. 

I nomi delle vincitrici e dei vincitori sono il frutto di una selezione effettuata fra oltre 11.000 profili arrivati al Ministero. I docenti potevano candidarsi o essere candidati da colleghe e colleghi, studentesse e studenti o dalle famiglie. Una giuria interna al Miur ha operato una prima fase di selezione, arrivando ad una rosa di 50 finalisti. Fra questi, una Giuria Nazionale composta dalla Presidente della Rai Monica Maggioni, dallo scrittore e docente Eraldo Affinati e dal professor Nando Dalla Chiesa, ha individuato prima i 10 finalisti e poi i 5 vincitori.

“Oggi arriviamo alla fine di un percorso iniziato un anno fa. Questo premio – ha spiegato la Ministra Fedeli – è nato con lo scopo di valorizzare il ruolo delle e degli insegnanti nella società, portando all’attenzione di tutti le esperienze di quelle e quei docenti che sono riusciti ad ispirare in modo particolare le proprie studentesse e i propri studenti e che hanno prodotto un cambiamento rilevante nella comunità scolastica di appartenenza. Attraverso le storie di queste e questi docenti vogliamo raccontare quanto sia fondamentale la scuola per le nostre ragazze e i nostri ragazzi. Oggi diamo un riconoscimento a insegnanti che hanno saputo fare scuola oltre la scuola, aprendo alle studentesse e agli studenti mondi e orizzonti non tradizionali”.

I cinque premiati

Tre donne e due uomini. In prevalenza docenti di materie scientifiche. Questo il profilo delle finaliste e dei finalisti del Premio Nazionale Insegnanti.

La prima classificata, Annamaria Berenzi, insegna in una sezione ospedaliera a Brescia. “Mi ritengo una privilegiata”, spiega la docente. “Solo quando durante una lezione in una stanza di degenza lo studente non si accorge di quanto tempo è passato, riesce ad allontanarsi dal sé malato, si sente ‘bene’”, aggiunge, “solo allora un docente può sentirsi soddisfatto”.

Daniela Ferrarello insegna matematica nella sede carceraria dell’Istituto alberghiero Karol Wojtyla di Catania. Ma è impegnata anche nella ricerca sulla didattica della matematica. Dice di sé: “Pur dedicandomi alla ricerca, non ho mai lasciato la scuola perché sento di essere una privilegiata: ho le radici e le ali. Con le ali da ricercatrice sono sempre entusiasta di portare in classe le nuove frontiere della ricerca in didattica; con le radici da insegnante so quali sono le problematiche delle scuole e degli studenti e rivolgo la mia ricerca nei settori che vedo carenti”.

I docenti vincitori parteciperanno a Dubai al GESF, il Global Education&Skills Forum, insieme ad una delegazione di insegnanti, studentesse e studenti che rappresenteranno l’eccellenza della scuola italiana. Quest’anno il Forum è dedicato alla cittadinanza globale e l’Italia è Paese partner.

·       Qui tutti i profili dei finalisti

·       Il link al video della vincitrice

Mobilità 2017/2018. Incontro [...]

Mobilità 2017/2018. Incontro a vuoto tra Miur e Sindacati

Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro sulla mobilità 2017/2018 tra Miur e organizzazioni sindacali. Nessun passo avanti è stato fatto nella trattativa rispetto alle posizioni precedenti. L’ipotesi contratto è ancora allo studio degli organi di controllo, si resta quindi in attesa della certificazione della Funzione Pubblica e del Mef. Un ulteriore confronto è previsto nella prossima settimana.

Graduatorie provinciali [...]

Graduatorie provinciali permanenti ATA. Indizione concorsi

Con nota n. 8654 del 28-02-2017 il Miur ha emanato disposizioni in merito alla indizione dei concorsi per titoli per l’accesso ai ruoli provinciali, relativi ai profili professionali dell’area A e B del personale ATA nell’anno scolastico 2016/17. Graduatorie a. s. 2017/18.

La nota invita gli Uffici Scolastici Regionali, ad esclusione della regione Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano, ad indire i concorsi per soli titoli per i profili professionali del personale ATA dell’area A e B, ai sensi dell’art. 554 del decreto legislativo n. 297/1994 e dell’O.M. 23.02.2009, n. 21 con appositi bandi nel corrente anno scolastico. I concorsi sono finalizzati alla costituzione delle graduatorie provinciali permanenti utili per l’a. s. 2017/18.

In relazione ai requisiti generali di ammissione, si richiama quanto disposto con nota MIUR prot. n. 8151 del 13 marzo 2015 in ordine all’applicazione alla procedura concorsuale in argomento dell’art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001, come modificato dall’art. 7 della legge n. 97/2013. Come già previsto nella citata nota ministeriale, è, altresì, valutabile come servizio svolto presso enti pubblici, in coerenza con quanto disposto dall’art. 13, comma 2, del decreto legislativo 77/2002, anche il servizio civile volontario svolto dopo l’abolizione dell’obbligo di leva. Tale servizio sarà valutato con il medesimo punteggio attribuito, nella tabella di valutazione dei titoli, al servizio prestato alle dipendenze di amministrazioni statali. Si ricorda alle SS.LL. che è prevista la compilazione di un apposito Allegato H per il personale che intende usufruire dei benefici dell’art. 21 e dell’art. 33, commi 5, 6 e 7 della legge n. 104/1992. Il suddetto modulo (All. H) è integrativo e non sostitutivo della dichiarazione a tal fine resa dal candidato nei moduli domanda B1 e B2. Si invitano le SS.LL. ad evidenziare nei bandi che le dichiarazioni concernenti i titoli di riserva, i titoli di preferenza limitatamente alle lettere M, N, O, R e S nonché le dichiarazioni concernenti l’attribuzione della priorità nella scelta della sede di cui agli artt. 21 e 33, commi 5, 6 e 7 della legge n. 104/1992 devono essere necessariamente riformulate dai candidati che presentino domanda di aggiornamento della graduatoria permanente, in quanto trattasi di situazioni che, se non riconfermate, si intendono non più possedute.

Esclusivamente per la scelta delle istituzioni scolastiche in cui si richiede l’inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto di 1° fascia per l’a.s. 2017/2018(Allegato G), sarà adottata la modalità telematica. Tale applicazione web implica che i termini della trasmissione on-line del modello G saranno contestuali su tutto il territorio nazionale. Di conseguenza dovranno essere inviati: a) con modalità tradizionale i modelli di domanda allegati B1, B2, F e H mediante raccomandata A/R ovvero consegnati a mano ovvero mediante PEC, all’Ambito Territoriale della provincia d’interesse entro i termini previsti dal relativo bando; b) tramite le istanze on-line, in un momento successivo, il modello di domanda allegato G di scelta delle sedi delle istituzioni scolastiche. Per quest’ultimo non dovrà essere inviato il modello cartaceo in formato pdf prodotto dall’applicazione in quanto l’Ufficio territoriale destinatario lo riceverà automaticamente al momento dell’inoltro.

Tutti gli aspiranti interessati alle graduatorie d’istituto sono invitatia procedere alla registrazione ove non fossero già registrati. Tale registrazione è infatti un prerequisito essenziale per poter trasmettere l’allegato G via web.

Modalità, tempi e aspetti specifici della procedura on-line suddetta saranno comunicati con successiva nota.

 

Si prevede per la seconda metà di maggio la pubblicazione, da parte del Miur, sulla predisposizione dei TFA, che confermerebbe gli annunciati 4.275 posti per la scuola secondaria di primo grado e 15.792 posti per la secondaria di secondo grado. Resterebbero esclusi, per il momento, corsi per il conseguimento dell’abilitazione per insegnare nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, per il sostegno e per musica, il che significa l’esclusione di diverse decine di migliaia di aspiranti  docenti. Inoltre, sembra che vengano esclusi dall’accesso ai corsi per abilitarsi in insegnamenti della secondaria quanti non risultino inseriti negli elenchi ufficiali, in conseguenza del fatto che si tratta di discipline con personale in esubero o con pochi posti vacanti (il che comporterebbe, per l’attivazione dei corsi un dispendio economico svantaggioso).
Si conferma che i corsi si svolgeranno tenendo conto delle tradizionali classi di concorso, che prevede discipline in dismissione.
L’accesso alle prove preselettive prevede il pagamento di una tassa d’iscrizione, che potrebbe aggirarsi intorno a 30 euro. Le prove di accesso dovrebbero essere strutturate in 60 domande a risposta, di cui 50 inerenti la disciplina di concorso e 10 relative alla comprensione del testo). I titoli per l’ammissione ai corsi dovranno essere conseguiti prima delle prove stesse.
Non si ancora chiarimenti in merito alla richiesta avanzata dai sindacati della fruizione delle 150 ore di permesso di studio, alla possibilità che possano partecipare i docenti di ruolo, i soprannumerari
 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo