Home Archivio notizie
ScuolaWeb
Ultime notizie

Assegno nucleo familiare: le nuove tabelle INPS PDF Stampa E-mail
Notizie - 2008

L'INPS, con circolare n. 68 del 10 giugno 2008, ha informato che con Decreto interministeriale del 25 marzo 2008 pubblicato nella G.U. n. 132 del 7/06/08 sono stati dettati i criteri per attuare la rideterminazione, a decorrere dal 1° gennaio 2008, dei livelli di reddito e gli importi dell’assegno relativi ai nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e ai nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.

Inoltre, sono rideterminati i livelli di reddito e gli importi dell’assegno relativi ai nuclei failiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile e ai nuclei familiari con un solo genitore, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile.

Infine, è previsto un aumento dell’importo dell’assegno del 10% per i nuclei orfanili e per i nuclei senza figli e con componente inabile.

Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile (tabella 14) e nuclei familiari con entrambi i genitori, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile (tabella 17)

La tabella A del Decreto citato ridetermina, a decorrere dal 1 gennaio 2008, sia i livelli di reddito che gli importi annuali dell’assegno per i nuclei familiari ai quali si applicano le tabelle 14 e 17.

In particolare, vengono fissati diversi livelli di reddito familiare in base al numero dei componenti il nucleo e i relativi importi dell’assegno decrescono all’aumentare del reddito stesso secondo quanto previsto dalla tabella A in esame.

Deve considerarsi superato, quindi, l’ampio intervallo tra le soglie di reddito che, in base alla normativa previgente, comportava una notevole riduzione o la perdita della prestazione a fronte di un minimo aumento del reddito familiare. Con tale rideterminazione, infatti, i livelli reddituali risultano più graduati, poiché, ad ogni 100 euro di aumento del reddito familiare, l’importo dell’assegno decresce di una cifra prefissata.

Inoltre la medesima tabella A unifica le tabelle 14 e 17.

Infine, la tabella A ha aggiornato le decurtazioni previste in calce alle tabelle 14 e 17 per la presenza nel nucleo di fratelli, sorelle e nipoti e le maggiorazioni stabilite per un numero di componenti il nucleo familiare superiore a sette.

Nuclei familiari con un solo genitore e almeno un figlio minore in cui sia presente almeno un componente inabile (tabella 15) e nuclei familiari con un solo genitore, senza figli minori e con almeno un figlio maggiorenne inabile (tabella 18)

Nella tabella B del Decreto sono rideterminati, sempre a decorrere dal 1 gennaio 2008, sia i livelli di reddito che gli importi annuali dell’assegno per i nuclei familiari ai quali si applicano le tabelle 15 e 18 che sono unificate.

Infine, la tabella B ha aggiornato le decurtazioni previste in calce alle tabelle 15 e 18 per la presenza nel nucleo di fratelli, sorelle e nipoti e le maggiorazioni stabilite per un numero di componenti il nucleo familiare superiore a sette.

Nuclei orfanili (tabb. 13, 16 e 19) e nuclei senza figli con componenti inabili (tabb. 20A, 20B, 21C e 21D)

 

Il Decreto in esame, altresì, ha disposto, sempre a decorrere dal 1 gennaio 2008, che gli importi dell’assegno per i nuclei orfanili ed i nuclei senza figli con componenti inabili siano rivalutati del 10 per cento, fermi restando i livelli di reddito familiare, che non subiscono alcuna rimodulazione né rivalutazione.

Si è provveduto, quindi, a rielaborare le tabelle 13, 16, 19, 20A, 20B, 21C e 21D, incrementando del 10 per cento sia gli importi mensili della prestazione sia, dove previsto, le maggiorazioni in calce alle tabelle stabilite per un numero di componenti il nucleo familiare superiore a sette.

Adempimenti dei datori di lavoro

 

I datori di lavoro, sulla base della documentazione in loro possesso e dei dati contenuti nelle domande già presentate ed in quelle che saranno presentate con decorrenza 1 gennaio 2008, determineranno la misura dell’assegno spettante a far data dal 1 gennaio 2008, in relazione al numero dei componenti il nucleo e al reddito familiare, sulla base delle tabelle allegate. Tale importo sarà corrisposto per intero nell’ipotesi di nuove domande, e limitatamente alla differenza con quanto già erogato per i beneficiari in essere.

I datori di lavoro potranno effettuare il conguaglio degli assegni per il nucleo familiare relativi ai periodi di paga già scaduti o delle eventuali differenze, utilizzando il già previsto codice del quadro D del modello DM10 “L036”.

La suddetta operazione potrà essere effettuata entro il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di emanazione della presente circolare.

Tabelle con gli importi mensili

Tabelle con gli importi giornalieri

Tabelle con gli importi settimanali

Tabelle con gli importi quattordicinali

Tabelle con gli importi quindicinali

 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)

Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018


Siti Web