Home Dirigenti Adempimenti Legge 190/2012 e direttive AVCP: scadenza 31/01/2014
ScuolaWeb
Ultime notizie

Adempimenti Legge 190/2012 e direttive AVCP: scadenza 31/01/2014 PDF Stampa E-mail
PREMESSA
La Deliberazione n. 26 del 22/05/2013 dell’Autorità per la Vigilanza dei Contratti Pubblici (AVCP) fornisce indicazioni specifiche alle Pubbliche Amministrazioni sull’assolvimento degli obblighi di trasmissione delle informazioni sui bandi in materia di trasparenza amministrativa.
In base alle disposizioni della Legge Anticorruzione n. 190/2012 e al D.lgs 33/2013, le PA sono infatti tenute ad assicurare livelli essenziali di trasparenza per i procedimenti di scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi.
 
La Deliberazione AVCP n. 26/2013 prevede le seguenti disposizioni:
  • la pubblicazione sul sito istituzionale della stazione appaltante, in formato digitale standard aperto (.xml), delle informazioni previste dall’art. 1, c. 32 della L. n. 190/2012, relative ai bandi pubblicati: CIG | struttura proponente | oggetto bando | procedura di scelta del contraente | elenco operatori economici invitati a presentare l’offerta | aggiudicatario | importo dell’aggiudicazione | tempi di completamento dell’opera/fornitura/servizio | importo delle somme liquidate;
  • la trasmissione all’AVCP di tali informazioni in formato digitale che, successivamente, vengono pubblicate dalla stessa Autorità di Vigilanza sul proprio sito web, attraverso il Portale Trasparenza, in una sezione liberamente consultabile da tutti i cittadini.
L’AVCP, con comunicato del Presidente del 13 giugno 2013, ha posticipato al 31 gennaio 2014 il termine previsto per la trasmissione all’Autorità dei dati e delle informazioni di cui all’art. 1 c. 32 della L. n. 190/2012.
Alla scadenza della proroga del 31 Gennaio 2014, dovrà essere trasmesso il pregresso delle annualità 2012/2013, successivamente al primo anno, l'articolo 1 comma 32 della Legge n. 190/2012 prevede che ogni amministrazione provveda entro il 31 gennaio alla pubblicazione dei dati dell'anno precedente sul proprio sito istituzionale.
 
RIEPILOGO DATI DA INDICARE
La nuova normativa riconosce nella trasparenza della P.A. un elemento fondamentale per combattere la corruzione e l’illegalità. In particolare l’art. 1, comma 16, lettera b) dispone che le pubbliche amministrazioni assicurino livelli essenziali di trasparenza con riferimento ai procedimenti di scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi. Le stazioni appaltanti hanno quindi l’obbligo di mettere a disposizione di AVCP, in specifico formato XML di seguito specificato, le seguenti informazioni relative ai bandi di gara:
 

Dato
Descrizione
CIG
Codice Identificativo Gara rilasciato dall’Autorità
Struttura proponente
Codice fiscale e denominazione della Stazione Appaltante responsabile del procedimento di scelta del contraente
Oggetto del bando
Oggetto del lotto identificato dal CIG
Procedura di scelta del contraente
Procedura di scelta del contraente
Elenco degli operatori invitati a presentare offerte
Elenco degli OE partecipanti alla procedura di scelta del contraente. Per ciascun soggetto partecipante vanno specificati: codice fiscale, ragione sociale e ruolo in caso di partecipazione in associazione con altri soggetti
Aggiudicatario
Elenco degli OE risultati aggiudicatari della procedura di scelta del contraente. Per ciascun soggetto aggiudicatario vanno specificati: codice fiscale, ragione sociale e ruolo in caso di partecipazione in associazione con altri soggetti
Importo di aggiudicazione
Importo di aggiudicazione al lordo degli oneri di sicurezza ed al netto dell’IVA
Tempi di completamento dell’opera, servizio o fornitura
Data di effettivo inizio lavori, servizi o forniture
Data di ultimazione lavori, servizi o forniture
Importo delle somme liquidate
Importo complessivo dell’appalto al netto dell’IVA

 
QUALI DATI
Le procedure oggetto di pubblicazione sono quelle i cui bandi di gara sono stati pubblicati a partire dal 01/12/2012 ovvero, le cui lettere di invito e/o richieste di presentazione dell’offerta (nel caso di procedure senza previa pubblicazione di bando) siano comunque successive a tale data.
 
COME PUBBLICARLI
La pubblicazione on-line sui siti web istituzionali delle stazioni appaltanti (SA) deve avvenire tramite la pubblicazione di un file statico nel formato aperto XML su protocollo http, secondo licenza che consenta almeno di scaricare liberamente, analizzare e rielaborare, anche a fini statistici, i dati informatici in esso contenuto. Il file da pubblicare dovrà essere in formato standard XML 1.0 encoding UTF-8. Per ogni tracciato XML è fornito il relativo XSD di convalida a cui far riferimento. I file che non rispettano, in tutto o in parte, le caratteristiche XSD fornite da AVCP non verranno trattati e l’obbligo di pubblicazione verrà considerato non assolto.
 
SCADENZE
Entro il 31 gennaio 2014 le pubbliche amministrazioni devono comunicare all’Autorità via PEC (indirizzo dedicato Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) attraverso quale link assolvono l'obbligo di legge, utilizzando un modulo allo scopo predisposto.
Entro il 31 gennaio di ciascun anno le medesime informazioni relative all’anno precedente devono essere riassunte in una tabella liberamente scaricabile in un formato digitale standard aperto che consenta di analizzare e rielaborare, anche a fini statistici, i dati informatici; anche in questo caso il formato della tabella deve rispettare rigorosamente le caratteristiche specificate da AVCP, pena nullità.
 
SANZIONI
L’indisponibilità della risorsa sarà considerata una omessa pubblicazione e sarà segnalata alla Corte dei Conti ai sensi dell’art. 1 comma 32 della Legge 190/2012 e sarà applicata, altresì, una sanzione pecuniaria all’amministrazione inadempiente. Inoltre, tra il 1 febbraio e il 30 aprile di ciascun anno, l’Autorità eseguirà telematicamente controlli (da 1 a 5 tentativi) per verificare la disponibilità del documento pubblicato e la sua correttezza.
Si mette in evidenza come la vigilanza sull’adempimento dell’obbligo di pubblicazione dei dati in formato aperto è verificata da un sistema informatico dell’AVCP ed è COMPLETAMENTE AUTOMATIZZATA. La rilevazione di eventuali anomalie rispetto alle specifiche pubblicate dall’AVCP comporterà l’automatica segnalazione dell’amministrazione inadempiente alla CORTE DEI CONTI che procederà con gli accertamenti del caso Legge 190/2012 Articolo 1 comma 32.
 

Maria Rosaria Tosiani

 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)

Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018


Siti Web