Home Archivio notizie
ScuolaWeb
Ultime notizie

ANAGRAFE DELLE PRESTAZIONI PDF Stampa E-mail
Notizie - 2005

 

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Legge 30/12/1991, n. 412

  • Circolare Funzione Pubblica 31/05/2001, n. 198 ("Anagrafe delle prestazioni e degli incarichi dei pubblici dipendenti. Adempimenti da eseguire entro il 30/06/2001")

  • Circolare Funzione Pubblica 16/12/1998, n. 10 ("Lavoro pubblico. Articoli 52, comma 3, e 58 del D.L.vo 29/1993 come modificato dal D.L.vo 387/1998")

  • Circolare Funzione Pubblica 29/05/1998, n. 5 ("Anagrafe delle prestazioni e degli incarichi dei pubblici dipendenti. Adempimenti da eseguire entro il 30/06/1998")

  • D.L.vo 30/03/2001, n. 165, art. 53

  • Legge 23/12/1996, n. 662, commi da 123 a 131

 

GENERALITA'

L'anagrafe delle prestazioni e degli incarichi conferiti ai pubblici dipendenti viene istituita per il monitoraggio e il controllo della spesa pubblica. La sua finalità è la costituzione di una banca dati per la misurazione degli incarichi e delle prestazioni rese, al di fuori dei compiti e dei doveri d'ufficio, dal personale delle amministrazioni pubbliche, per il quale vige il divieto di svolgere incarichi retribuiti che non siano stati conferiti o preventivamente autorizzati dalle amministrazioni alle quali appartengono.

Tale finalità, in seguito, è stata rafforzata con l'intento di rendere trasparenti e compatibili con le esigenze del servizio le procedure di attribuzione degli incarichi e di creare meccanismi di controllo del fenomeno anche sotto il profilo della spesa.

Sono state quindi aumentate, rispetto alla previsione iniziale, le tipologie di incarico soggette a monitoraggio.

 

PROCEDURA OPERATIVA

Per le informazioni e per la gestione dei dati è necessario collegarsi al sito www.anagrafeprestazioni.it, raggiungibile mediante un collegamento dal sito internet del Dipartimento (www.funzionepubblica.it)

  1. entrare nell'area "anagrafe incarichi"

  2. digitare nome utente e password di competenza (per le scuole di nuova istituzione i dati saranno comunicati direttamente dalla direzione regionale di competenza)

  3. seguire le indicazioni fornite dal sistema

Il sistema richiede i seguenti dati riferiti al personale destinatario degli incarichi:

  • i dati anagrafici del soggetto a cui si affida l'incarico di consulenza (nome o ragione sociale, codice fiscale o partita IVA, sede legale o amministrativa, forma giuridica);

  • oggetto dell'incarico (modalità di acquisizione, codice di attività economica, tipo di rapporto);

  • durata dell'incarico (data affidamento, data inizio e data fine lavori);

  • importo effettivo e/o previsto e/o presunto dei compensi.

 

AUTORIZZAZIONE

Fra i dati obbligatori da inserire a sistema vi è la data dell'autorizzazione. L'art. 53 del D.L.vo n. 165/2001 fa obbligo alle amministrazioni diverse da quelle di appartenenza, agli enti pubblici economici e ai soggetti privati che intendono conferire incarichi retribuiti ai dipendenti pubblici, di richiedere preventivamente l'autorizzazione alle amministrazioni di appartenenza dei dipendenti stessi (oltre che di effettuare la comunicazione dei compensi corrisposti entro il 30 aprile di ogni anno).

Pertanto, le autorizzazioni devono essere richieste all'amministrazione di appartenenza del dipendente dai soggetti pubblici o privati che intendano conferire l'incarico, oppure dal dipendente interessato (comma 10). La competenza al rilascio dell'autorizzazione per gli insegnanti è intestata al Dirigente scolastico, mentre relativamente ai Dirigenti scolastici è il Direttore Regionale che concede tale autorizzazione.

 

MODALITA' OPERATIVE

  • Trasmissione esclusivamente telematica;

  • formulazione semplificata del questionario da compilare per ciascun incarico;

  • utilizzo delle medesime modalità di trasmissione anche per gli incarichi di consulenza a soggetti esterni alla P.A.;

  • possibilità di inserire on-line ogni successiva variazione relativa al medesimo incarico (dilazione dei tempi, incrementi dei compensi, proroghe ecc.);

  • possibilità da parte delle amministrazioni - soprattutto quelle grandi - di una gestione decentrata degli adempimenti (ogni amministrazione può individuare più di un referente, sotto la direzione del responsabile del procedimento, per l'immissione dei dati in relazione alla dislocazione organizzativa o territoriale);

  • possibilità di una rapida individuazione di eventuali duplicazioni, omissioni ed anomalie ai fini di una correzione efficace e tempestiva;

  • gestione (inserimento dati ed eventuali variazioni occorrenti) anche dei dati relativi agli incarichi conferiti o autorizzati durante l'anno corrente: il sito internet diventa perciò il registro on-line degli incarichi.

 

SINTESI PROCEDURA PER TIPOLOGIA DI PERSONALE

Personale appartenente alla stessa amministrazione:

  • direttivi - docenti e ATA della stessa scuola

  • direttivi - docenti e ATA di altra scuola

  • personale della pubblica istruzione

Tutte le amministrazioni pubbliche, che conferiscono o autorizzano ai propri dipendenti incarichi retribuiti non compresi nei compiti e doveri di ufficio, devono trasmettere al Dipartimento della Funzione Pubblica, entro il 30 giugno, l'elenco degli incarichi conferiti o autorizzati ai dipendenti stessi nell'anno precedente. Tale elenco deve essere compilato secondo le specifiche indicate nell'apposito programma informatico e deve contenere:

  • codice fiscale dell'amministrazione conferente

  • codice fiscale del dipendente

  • tipo di incarico, periodo di riferimento, importo presunto ecc.

L'elenco deve essere accompagnato da una relazione nella quale siano indicate le norme in base alle quali vengono conferiti o autorizzati gli incarichi, la coerenza di questi ultimi con i principi del buon andamento dell'amministrazione e le eventuali misure adottate per il contenimento delle spese ad essi relativi.

Per il personale non interno è necessario acquisire preventivamente l'autorizzazione della scuola/ente di appartenenza i cui dati (n. di protocollo e data) andranno digitati a sistema.

Personale appartenente ad altra amministrazione:

  • personale Ente locale

  • docenti/ricercatori/assistenti universitari

  • personale ASL

La scuola può avvalersi di personale appartenente ad altre amministrazioni previa acquisizione preventiva dell'autorizzazione dell'ente di appartenenza.

I dati relativi a questa tipologia di personale vanno trasmessi a cura dell'amministrazione presso cui il personale stesso presta servizio.

L'ente (la scuola) che conferisce l'incarico è tenuto a trasmettere, entro il 30 aprile di ciascun anno, la comunicazione dell'incarico conferito e dei compensi corrisposti.

Collaboratori esterni:

  • ditta individuale

  • rapporto di lavoro occasionale

  • Co.Co.Co

L'ultima parte del comma 14 prevede che tutte le amministrazioni inviino al Dipartimento della Funzione Pubblica l'elenco dei collaboratori esterni e dei soggetti ai quali sono stati affidati incarichi di consulenza. L'elenco deve essere inviato ogni sei mesi e deve contenere l'indicazione della ragione dell'incarico e dell'ammontare dei compensi corrisposti (30 giugno elenco incarichi conferiti nel semestre luglio/dicembre anno precedente; 31 dicembre elenco incarichi conferiti nel semestre gennaio/giugno).

 

ESCLUSIONI

Sono esclusi dagli obblighi di comunicazione relativi all'anagrafe gli incarichi svolti ed i compensi ricevuti nei casi indicati nella Circolare n. 5 del 29/05/1998 e riportati nella comunicazione del MIUR 24/07/2002, prot. n. 497. Sono, infatti, previsti due tipi di esclusioni:

esclusioni soggettive

  • dipendenti con rapporto di lavoro a tempo parziale con prestazione lavorativa non superiore al cinquanta per cento di quella a tempo pieno;

  • docenti universitari a tempo definito;

  • professori della scuola statale iscritti agli albi professionali e autorizzati all'esercizio della libera professione e le altre categorie di dipendenti pubblici ai quali è consentito da disposizioni speciali lo svolgimento di attività libero-professionali.

esclusioni oggettive

  • diritti d'autore;

  • compensi per attività d'insegnamento;

  • redditi derivanti dall'esercizio di attività libero-professionali, ove consentita, e per la quale sia previsto l'obbligo di iscrizione al relativo albo professionale;

  • collaborazione a giornali, riviste, enciclopedie e simili;

  • utilizzazione economica da parte dell'autore o inventore di opere dell'ingegno e di invenzioni industriali;

  • partecipazione a convegni e seminari (v. Circolare Funzione Pubblica n. 10/1998);

  • prestazioni per le quali è corrisposto solo il rimborso delle spese documentate;

  • prestazioni per lo svolgimento delle quali il dipendente è posto in posizione di aspettativa, di comando o di fuori ruolo;

  • incarichi conferiti dalle organizzazioni sindacali a dipendenti presso le stesse distaccati o in aspettativa non retribuita.

 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)

Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018


Siti Web