Assegno per il nucleo familiare: tutte le tabelle INPS PDF Stampa E-mail
Notizie - 2007

In recepimento delle disposizioni contenute nella legge Finanziaria 2007 l’Inps ha emanato la Circolare n. 13 del 12/1/2007 contenente la rideterminazione degli importi dell’assegno per il nucleo familiare. 

Infatti, a decorrere dal 1.01.2007 sono rimodulati i livelli di reddito e gli importi dell’assegno relativi ai nuclei familiari con entrambi i genitori o un solo genitore e con almeno un figlio minore, in cui non siano presenti componenti inabili (tabelle 11-12).

Per le ipotesi di nuclei monoparentali con 3 o 4 componenti oltre il genitore, tra cui un figlio minore, dove non siano presenti componenti inabili, la norma ha introdotto un assegno aggiuntivo che varia in funzione del reddito familiare e del numero dei componenti per un importo massimo di 1000 Euro annui.  

È stato inoltre previsto un assegno aggiuntivo in presenza di tre, quattro o cinque componenti oltre il genitore. Per i nuclei con 5 componenti oltre il genitore l’importo annuale dell’assegno aggiuntivo risulta più elevato e l’importo massimo è pari a 1550 Euro.

Per i nuclei con più di 5 componenti oltre il genitore o i genitori e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili è prevista un’ulteriore maggiorazione del 15% dell’importo dell’assegno (comprensivo, nel caso di nucleo con un solo genitore, dell’assegno aggiuntivo) ed un incremento in misura fissa di 660 Euro annui per ogni componente oltre il quinto.

Con tale rideterminazione i livelli reddituali risultano più graduati rispetto alla precedente normativa. poiché, ad ogni 100 euro di aumento del reddito familiare, l’importo dell’assegno decresce di una cifra prefissata (da un massimo di 25 euro ad un minimo di 0,5 euro).Inoltre, sono state aggiornate le decurtazioni previste in calce alle tabelle 11 e 12 per la presenza nel nucleo di fratelli, sorelle e nipoti e le maggiorazioni stabilite per un numero di componenti il nucleo familiare superiore a sei o a sette. 

A decorrere dal 1/01/2007 è previsto un aumento dell’importo dell’assegno del 15% per le altre tipologie di nuclei con figli (tabelle 13-19). 

Le tabelle rimanenti (20A, 20B, 21A, 21B, 21C e 21D ) sono rimaste invariate.  

Ai fini della determinazione dell’assegno per il nucleo familiare, in presenza di nuclei numerosi (almeno quattro figli o equiparati di età inferiore a 26 anni) rilevano al pari dei figli minori anche i figli o equiparati di età superiore a 18 anni compiuti ed inferiore a 21 anni compiuti purché studenti o apprendisti.  Per la corresponsione dell’assegno ai figli ed equiparati di età compresa tra i 18 e 21 anni studenti o apprendisti è necessario acquisire l’autorizzazione che verrà rilasciata dall’Istituto.Tali autorizzazioni avranno validità annuale, fermo restando, comunque, che verrà meno il diritto alla prestazione per il soggetto che compia il ventunesimo anno di età o per il quale scada il contratto di apprendistato o per il quale venga meno uno dei requisiti che danno titolo alla prestazione.

Ogni variazione in tal senso dovrà essere tempestivamente comunicata alla Sede competente tramite il Mod. ANF/Var.Il modello di richiesta dell’autorizzazione (ANF 42) è è disponibile nella banca dati della modulistica on-line del sito INPS. Inoltre, è stato predisposto un fac-simile di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (mod. ANF/N.N.) da allegare al modello ANF 42. 

Domanda di assegno per il nucleo familiare 

Nel caso di pagamento della prestazione da parte del datore di lavoro, ai fini della compilazione del modello di domanda (ANF/DIP), il richiedente dovrà indicare tra i componenti il nucleo anche i figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni per i quali ha ottenuto la predetta autorizzazione da parte dell’Inps.I datori di lavoro potranno effettuare il conguaglio degli assegni per il nucleo familiare relativi ai periodi di paga già scaduti o delle eventuali differenze, utilizzando il già previsto codice del quadro D del modello DM/2 “L036”.La suddetta operazione potrà essere effettuata entro il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di emanazione della presente circolare.

 

Assegno per il nucleo familiare: tabelle con gli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali 

Con Circolare numero 26 del 26/1/2007 l’Inps ha trasmesso le tabelle con gli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinnali relative all’assegno per il nucleo familiare (nuovi livelli reddituali per il periodo 1 Luglio 2007/30 Giugno 2008).

Le tabelle si riferiscono ai nuclei familiari di cui alle tabelle da 11 a 19 della precedente circolare n. 13 del 12 gennaio 2007 e riportano la stessa numerazione di quelle contenenti gli importi mensili, con l’aggiunta dell’indicazione del periodo di paga  corrispondente: importi giornalieri (allegato 1), settimanali (allegato 2),  quattordicinali (allegato 3), quindicinali (allegato 4).

In analogia con quanto previsto per gli importi mensili non possono essere messi in pagamento né importi giornalieri inferiori ad Euro 0,04 nè importi settimanali inferiori ad Euro 0,24 né importi quattordicinali inferiori ad Euro 0,48 né importi quindicinali inferiori ad Euro 0,52.