Ultime notizie

Sta crescendo in tutta Italia una protesta dei Direttori SGA che lamentano la non considerazione del loro profilo sotto l'aspetto normativo ed economico.

il trattamento definito con il vigente contratto collettivo di lavoro prevede per loro un aumento mensile  lordo di 6,50 di indennità di  direzione, una somma veramente irrisoria.

I direttori si sentono mortificati e colpiti nella loro dignità di lavoratori al punto di decidere la restituzione allo Stato del compenso.

In allegato le motivazioni della protesta in una nota firmata dall'associazione Direttori di Enna.

Pubblicata la banca dati dei quesiti per la prova preselettiva del corso concorso per dirigenti scolastici
Si comunica che, ai sensi dell'articolo 6 comma 4 del Bando di corso concorso dirigenti scolastici di cui al Decreto direttoriale 1259 del 23 novembre 2017, è stata pubblicata la banca dati di 4.000 quesiti per la prova preselettiva. Sono altresì pubblicati i quadri di riferimento per la prova preselettiva previsti dall'articolo 13 comma 1 lettera c) del Decreto ministeriale 138 del 2017.

La procedura concorsuale, a carattere nazionale e organizzata su base regionale, mira a reclutare dirigenti scolastici da immettere nei ruoli regionali presso le istituzioni scolastiche statali, inclusi i centri provinciali per l’istruzione degli adulti. Il numero dei posti destinati al corso di formazione nazionale è pari a 2900.

Consulta la nostra offerta in allegato per prepararsi alla prova di preselezione.

“Con l'accordo sindacale, siglato oggi presso gli Uffici del MIUR, già dal prossimo anno scolastico si elimina, così come preannunciato in questi giorni, l'istituto della cosiddetta chiamata diretta dei docenti. In attesa dell'intervento legislativo di definitiva abrogazione, che è mia intenzione proporre nel primo provvedimento utile, con l'accordo sindacale di oggi si dà attuazione a una precisa previsione del contratto del governo del cambiamento, sostituendo la chiamata diretta, connotata da eccessiva discrezionalità e da profili di inefficienza, con criteri trasparenti e obiettivi di mobilità ed assegnazione dei docenti dagli uffici territoriali agli istituti scolastici”, così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti sull’intesa che ha posto fine alla “Chiamata diretta” dei dirigenti scolastci.

Con l'accordo Tra MIUR e OO.SS:, firmato martedì 26 giugno nel pomeriggio, si è messa la parola fine alla "chiamata diretta" da parte dei dirigenti scolastici per i docenti titolari di ambito, modificando così quanto previsto dalla legge 107 del 2015. Il documento è stato sottoscritto, insieme al MIUR da FLC Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Gilda degli Insegnanti.

L'intesa prevede una nuova procedura in due fasi. Innanzitutto si procederà alla copertura dei posti disponibili prioritariamente con personale che ha ottenuto la mobilità su ambito con una delle precedenze previste dall'art. 13 del Contratto nazionale sulla mobilità. Dopo di che si passerà alla copertura dei posti residui col restante personale, secondo il punteggio di mobilità. Quest'ultimo personale, nella presentazione della domanda, che avverrà a partire dal 27 giugno tramite l'apposita sezione di istanze online, indicherà la scuola da cui partire. Nel caso di mancata indicazione sarà considerata la scuola capofila dell'ambito. Tutte le operazioni si concluderanno in un mese, entro il 27 luglio.

Molta soddisfazione tra i sindacati per l’intesa raggiunta, che "finalmente si rende oggettivo e non discrezionale il passaggio dall'ambito alla scuola".

CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI

Offerta speciale  Webinar più quiz ministeriali

Il Ministro dell'Istruzione Dott. Bussetti ha personalmente confermato che il concorso Dirigenti Scolastici sarà avviato a luglio, con la prova di  preselezione  già fissata per giorno 23 luglio. Il 27 giugno sarà pubblicata una banca dati di 4000 quesiti, da cui poi saranno estratte le domande.

I 100 quesiti oggetto della prova  avranno quattro opzioni di risposta , di cui una sola corretta.

L’ordine dei quesiti somministrati sarà diverso per ciascun candidato.

Per sostenere  i concorrenti a superare la prova di preselezione del 23 luglio la Casa Editrice Euroedizioni propone le seguenti offerte.

A) Quiz ministeriali + webinar costo 30,00

Vengono offerti i quiz ministeriali e 9 webinar di esercitazione e spiegazione degli stessi quiz che saranno pubblicati il 27 giugno.

L'obiettivo dei webinar è quello di far acquisire la tecnica di risposta ai quiz a risposta multipla, mediante l'esercitazione pratica proprio sui quiz  che saranno  pubblicati dal MIUR il giorno  27 giugno 2018. Scarica il programma dei webinar.

Inoltre, vengono offerti tutti i test a risposta multipla che saranno pubblicati dal Ministero il giorno 27 giugno in versione on line  riorganizzati per materia sul simulatore on line predisposto da Euroedizioniper consentire l’autoapprendimento e la simulazione della prova d'esame. 

I quiz ministeriali, suddivisi per aree tematiche, saranno organizzati in schede con gruppi di 25 domande, per favorire l'esercitazione e consentire più rapidamente l'apprendimento.

Grazie al simulatore sarà possibile esercitarsi alla prova rispondendo ai test a risposta multipla, ripassare gli argomenti, coniugare lo studio teorico con la verifica della propria preparazione oltre a simulare lo svolgimento della prova d'esame stessa.

Fresco di nomina, il Ministro Bussetti, in occasione della fine dell’anno scolastico e degli esami di Stato, ha inviato un saluto personale a tutti gli studenti:

«Carissimi,

mi rivolgo a tutti voi, ora che l’anno scolastico volge al termine, con un messaggio di saluto e gratitudine. Voglio ringraziare tutti, proprio tutti, coloro che operano nel mondo della scuola per il lavoro portato avanti con dedizione e senso di responsabilità. Un lavoro sempre rivolto alla formazione dei ragazzi.

Per molti di voi, cari studenti e care studentesse, è arrivato il tempo della pausa e del meritato riposo, dopo un anno ricco di esperienze e impegni. Per altri stanno per iniziare gli Esami di Stato: “in bocca al lupo” sia a chi conclude il percorso della scuola secondaria di primo grado, sia ai “maturandi”.

So bene che vivete il momento degli Esami con un po’ di ansia e di attesa. Un pizzico di tensione - nella giusta misura - aiuta a reagire positivamente alle sfide. Sono con voi, al vostro fianco, e vi auguro di riuscire a dare il meglio di voi stessi.

Da pochi giorni ho assunto la carica di Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Intendo svolgere questo ruolo mettendo al servizio del Paese l’esperienza di una persona che ha sviluppato il suo percorso professionale tutto all’interno del mondo dell’istruzione. Desidero ascoltare con cura e attenzione tutte le componenti della scuola, per affrontare il lavoro insieme, nel rispetto dei ruoli. Che la scuola sia per tutti una finestra sul mondo».Marco Bussetti

 

 

A fine anno scolastico è di rito in molte scuole la foto di classe. L’introduzione della privacy ha reso difficile anche questo rituale, specie quando si interpretano in maniera rigida le disposizioni, che pure lasciano spazi di “fattibilità”.

Così, è successo che a Grado, a seguito del divieto del dirigente opposto alla foto di classe, decisi a non mollare, i ragazzini di una classe di prima elementare hanno deciso di farsi fotografare di spalle: un bel gruppo fotografato di schiena.

La dirigente scolastica, già evidenziata della cronaca per aver obbligato per mesi i genitori a venire a prendere di persona i figli alla fine delle lezioni delle medie di Grado e Ronchi dei Legionari, ritenendo la privacy più importante di un bel ricordo, aveva richiesto una specifica liberatoria da parte dei genitori, in aggiunta a quella concessa dai genitori ad inizio d’anno. Risultando difficoltosa la raccolta dell’ennesima liberatoria, per non rinunciare al momento felice rappresentato dalla foto di classe, hanno trovato l’escamotage della foto cista dal lato B. Risultato: la foto ha trovato spazio in molti sui media e su molti quotidiani nazionali.

 

Siamo in chiusura d’anno scolastico e le tensioni tra docenti e genitori possono avere punte ancora più esasperate, come dimostra l’ennesimo episodio che registra l’aggressione di una mamma nei confronti di una docente di inglese in servizio a Caselle di Selvazzano (PD), “colpevole” di aver assegnato un 4 al figlio.

La genitrice, infuriata per il voto insufficiente, ha atteso la docente all’uscita da scuola, prima le ha inveito contro tutta la sua rabbia, poi l’ha aggredita fisicamente rifilandole uno spintone che la faceva cadere a terra. Nella caduta, la professoressa si è ferita al labbro, così ha chiamato i carabinieri, riservandosi di sporgere denuncia, poi si è recata al pronto soccorso di Padova.

Con la nota prot. n. 1207 del 7 giugno 2018, concernente la comunicazione dei dati riferiti agli esami di Stato 2018 del II ciclo, il Miur ricorda che la procedura per la comunicazione dei dati ripropone quella degli anni scolastici precedenti, che, a seguito dell’informatizzazione dei modelli ES0 e dei modelli ES-C (proposte di configurazione delle commissioni e di designazione commissari interni), semplifica e snellisce le relative attività.

Si ricordano, quindi le quattro fasi e le tempistiche previste per la procedura:

- Prima fase: PRESENTAZIONE DEI CANDIDATI (a cura delle segreterie scolastiche) Dall’11 giugno fino all’insediamento della Commissione sulla piattaforma SIDI

- Seconda fase: LAVORI DELLA COMMISSIONE (a cura delle Commissioni d’esame secondo quanto previsto dall’O.M. n.350/2018)

- Terza fase: COMUNICAZIONE DEGLI ESITI DEGLI ESAMI DI STATO (a cura delle segreterie scolastiche a partire dal 2 luglio)

- Quarta fase: ADEMPIMENTI FINALI (a cura delle segreterie scolastiche):

1) gestione dei piani orario per la predisposizione dei certificati di superamento prove;

2) produzione del Certificato di superamento prove;

3) produzione dell’Attestato (per svolgimento prove differenziate);

4) produzione del Diploma, (in formato A3);

5) produzione del Supplemento Europass al Certificato (dall’O.M. n.350/2018 – art 27).

Si ricorda che nell’area Documenti e manuali del SIDI sono disponibili le guide esplicative per l’attività delle segreterie sul SIDI e per l’utilizzo di “Commissione Web” da parte delle Commissioni. Le informazioni riguardanti “Commissione Web” sono disponibili nella sezione Esame di stato secondo ciclo del portale www.miur.gov.it. Per eventuali chiarimenti per le procedure sul Sidi può essere contattato l’ufficio Gestione patrimonio informativo e statistica; per problemi tecnici dell'applicazione è disponibile il numero verde curato dal gestore del sistema informativo 800903080.

Nell’incontro con oltre 500 bambini delle Ferrovie dello Stato, il 9 giugno nell’atrio dell’Aula Paolo VI, Papa Francesco di è sentito chiedere se ricordasse come fossero le maestre che aveva avuto a scuola.

Il Pontefice ha risposto con molta semplicità: «La maestra si chiamava Stella: una maestra che ho avuto nel primo anno e nel terzo, la stessa maestra. Nel secondo e nel quarto ne ho avuta un’altra. Era brava, ci insegnava a scrivere e a leggere, bravissima. Poi, sempre, quando sono uscito dalla scuola, l’ho ricordata sempre, perché ricordare la prima maestra o il primo maestro è molto importante perché è quello che ti fa andare nella vita per primo. E io la chiamavo al telefono, già da ragazzo, già da prete. E poi da vescovo l’ho aiutata nella sua malattia. È morta a 94 anni. E io l’ho seguita sempre. Quel ricordo non lo dimentico mai».

Poi ha aggiunto: «Non dimenticatevi mai dei primi maestri, non dimenticatevi mai della scuola. Perché? Sentite bene. Perché sono le radici della vostra cultura. Cosa significa sradicato? Senza radici. Io non devo essere sradicato, cioè senza radici. E per questo ricordare la scuola, le maestre, sempre nella vita ci aiuterà, mantenere le radici per dare fiori e frutti».

DIRIGERE LA SCUOLA N.12/2014

 

Vittorio Venuti - Editoriale: La scuola è una cosa seria!

 

Attualità scolastica:

Michela Lella - Un POF per la buona scuola

 

Giacomo Mondelli - Il “cambiamento” nei documenti di riforma della scuola italiana

 

Carmen Russo - Una buona autostima per un buon rendimento

 

Gestione amministrativa e contabile:

 

Angelo D’Onofrio - Formare gli insegnanti, Ma come?

 

Filippo Cancellieri - L’impatto dei test nelle pratiche d’insegnamento

 

Anna Armone - La delibera n. 144 dell’ANAC sugli obblighi di pubblicazione concernenti gli organi di indirizzo politico nelle pubbliche amministrazioni

 

Lorenzo Capaldo- Presidio di legalità o invito alla delazione? Arriva il whistleblowing

 

Gianluca Dradi - La libertà di insegnamento e le regole della professione docente

 

Antonio Di Lello - Le sanzioni disciplinari degli alunni e Controversie (prima parte)

 

Sandro Valenti - Il collegio docenti

 

Notizie in breve:

·       INVALSI: calendario delle prove 2015

·       La reggenza non aumenta la buonuscita

·       Progetti lingue di minoranza

·       Consiglio dei Ministri approva l’otto per mille alle scuole

·      Sconto IRPEF per le attività sportive degli under 18

 

Rubriche:

 

LA SCUOLA IN EUROPA … a cura di Mario Di Mauro

Gli alunni che hanno problemi di salute mentale non sono rompiscatole

 

PSICOLOGIA DELLA GESTIONE … a cura di Vittorio Venuti

Ridefiniamo il senso dell’insegnare oggi

 

 

I CASI DELLA SCUOLA … a cura di Antonio Di Lello

Vigilanza alunni

 

GIURISPRUDENZA DEL LAVORO … a cura di Rosanna Visocchi

Responsabilità per danno indiretto

 

DIRIGERE LA SCUOLA N.11/2014

 

Editoriale: Vittorio Venuti -  E dopo la consultazione fu subito Buona Scuola. O no?

 

Attualità scolastica:

Filippo Cancellieri - Ripensare l’inclusione degli allievi disabili

 

Serafina Patrizia Scerra - MOODLE come ambiente di organizzazione delle attività didattiche

 

Ilario Verda - La parola fine meglio non scriverla

 

Michela Lella - A scuola di fiducia

 

Gestione amministrativa e contabile:

Paolo Pieri - Sicurezza nella scuola. Dall’anarchia di comodo all’organizzazione responsabile: i due organigrammi della sicurezza

 

Gianluca Dradi - Danno erariale per l’esercizio di attività professionale non autorizzata

 

Antonietta Di Martino - Il caso del liceo Darwin di Rivoli: aspetti d’interesse generale per i datori di lavoro della scuola e della pubblica amministrazione

 

Luciana Petrucci Ciaschini - La proroga del periodo di prova del personale docente

 

Giacomo Mondelli - Ancora sull’utilizzazione “metacognitiva” delle nuove tecnologie

 

Maria Rosaria Tosiani Assenze per visite specialistiche

 

Carmen Russo - Orientamento come pratica educativa permanente

 

Notizie in breve:

·        Assegnate le risorse per la valorizzazione delle eccellenze

·        Fondi per le scuole nelle aree a rischio

·        Un “cantiere” anche per l’AFAM: ridefinire il settore entro l’anno

·        Assegnazione in deroga di un insegnante di sostegno in presenza di una disabilità grave

·        Giudizio di non ammissione alla classe superiore - Mancato raggiungimento della sufficienza in una disciplina di studio

·        Criteri di formazione delle classi - Istituzione di una sola prima classe di scuola secondaria di primo grado formata da 25 alunni, in presenza di 4 diversamente abili

·        Esito negativo nello scrutinio finale - Omessa comunicazione alla famiglia dello studente

·        Contratti della P. A. procedura negoziata senza bando di gara - Discrezionalità della stazione appaltante

 

Rubriche:

 

LA SCUOLA IN EUROPA … a cura di Mario Di Mauro - Ancora su alcune esperienze comunitarie di bambini che vanno a scuola in quel di Stoccolma

 

PSICOLOGIA DELLA GESTIONE … a cura di Vittorio Venuti - L’urgenza di rivalutare l’ora di lezione

 

I CASI DELLA SCUOLA … a cura di Antonio Di Lello - Assenza per lutto

 

GIURISPRUDENZA DEL LAVORO

I punti deboli della sperimentazione: annullamento dei provvedimenti ministeriali

 

 

 

DIRIGERE LA SCUOLA N. 9/2014
 
Editoriale: Di Vittorio Venuti
Settembre, si riparte ancora tra annunci e smentite
 
Attualità scolastica:
Quali risorse per la scuola? Differenze di qualità a parità di costi: gli insegnanti
Andrea Avon
 
L’integrazione scolastica dei minori stranieri (parte seconda)
Carmen Iuvone
 
Qualità dei percorsi, validità dei processi e dei modelli (parte seconda)
Giacinto Iannuzzi
 
Con le TIC processi di insegnamento “partecipati”: la didattica meta cognitiva
Giacomo Mondelli
 
Gestione amministrativa e contabile:
“Trasparenza della PA sui siti web” Le nuove linee guida del Garante alla Privacy. L’interesse per la scuola
Anna Armone
 
I provvedimenti “amministrativi” del dirigente scolastico: rilascio del nulla osta e graduatorie interne d’istituto
Pasquale Annese
 
La costruzione dell’identità a scuola... e non solo
Viviana Rossi - Consuelo Marazziti
 
Ruolo e responsabilità del responsabile del servizio di prevenzione e di protezione delle scuola (RSPP)
Lorenzo Capaldo
 
Didattica laboratoriale: una risorsa utile per imparare ad imparare
Carmen Russo
 
Notizie in breve:
·        Edilizia scolastica al via un piano di 1 miliardo di euro
·        L’Italia nei dati OCSE
·        Prove INVALSI. Prima le regioni del nord, in coda quelle del sud
·        Dopo il diploma, 4 studenti su 10 non sanno che fare
·        Le nuove regole di conservazione dei documenti digitali
·        Circa 4 milioni per “iniziative per la diffusione della cultura scientifica”
·        Intesa MIBACT-MIUR per la conoscenza e la tutela del patrimonio culturale
·        Permessi per assistenza a disabile anche al parente o affine di terzo grado
·        Per 1 studente su 3 niente corsi di recupero
·        Sale la sfiducia degli italiani verso la scuola
·        Metà degli studenti bocciati lascia gli studi
·        Contratti della P.A. - Giudizio di equivalenza dei prodotti - Costituisce un principi immanente alla stessa regola dell’evidenza pubblica e del suo immediato corollario
·        Responsabilità civile - Risarcimento del danno derivante da lesione di interessi legittimi - Condizioni e presupposti di riconoscimento
 
Rubriche:
 
LA SCUOLA IN EUROPA … a cura di Mario Di Mauro
Startup, un’imprenditoria giovanile tra studio, iniziativa e originalità
 
PSICOLOGIA DELLA GESTIONE … a cura di Vittorio Venuti
Se il dirigente è donna
 
I CASI DELLA SCUOLA … a cura di Filippo Cancellieri
Legittimità ed efficacia delle sanzioni disciplinari nella scuola primaria
 
GIURISPRUDENZA DEL LAVORO … a cura di Rosanna Visocchi
Legittima la composizione della Commissione di concorso a Dirigente scolastico in Abruzzo: l’ultima parola è del Consiglio di Stato

DIRIGERE LA SCUOLA N.10/2014

 

Editoriale: Vittorio Venuti - Il dirigente manager per “La Buona Scuola”

 

Attualità scolastica:

Stefano Pagni Fedi - La Scuola e la questione morale: Il caso del Consiglio di Istituto

 

Andrea Avon - Quali risorse per la scuola? Differenze di qualità a parità di costi: fare comunità

 

Stefano Stefanel - Il problema della valutazione degli apprendimenti e del comportamento nella scuola secondaria di secondo grado

 

Filippo Cancellieri - I voti: Malattia infantile della didattica

 

Gestione amministrativa e contabile:

Anna Armone - Il nuovo regolamento di organizzazione del MIUR

 

Gianluca Dradi - L’occupazione della scuola: tra legge penale e “buonismo” giudiziale

 

Damiano Verda - Strumenti di misura e contesto formativo

 

Michela Lella - Si scrive scuola si legge bene comune

 

Ada Maurizio - La fede nella scuola

 

Rocco Callà - Collocamento in aspettativa degli amministratori degli enti locali

 

Salvatore Argenta - Disciplina dell’aspettativa per gli eletti all’assemblea Regionale e al Parlamento Europeo

 

Notizie in breve:

·        Rivoluzione istituti tecnici: finanziamenti assegnati in base al merito

·        Partecipazione di imprese non invitate alla gara nella procedura negoziata

·        Rilascio del certificato penale nei casi di abusi su minori chiarimenti del Ministero di Grazia e Giustizia

·        Criteri ai aggiudicazione della gara - Differenze tra il criterio del prezzo piú basso e il criterio dell’offerta economicamente piú vantaggiosa

·        Elezioni organi collegiali 2014/2015

·        La determinazione del contenuto di un bando di gara è frutto di un potere discrezionale dell’Amministrazione

·        L’insegnamento in lingua straniera arriva nei licei

·        OCSE: la scuola italiana migliora, ma calano gli stipendi degli insegnanti

·      Personale docente dichiarato inidoneo alla propria funzione per motivi di salute

 

Rubriche:

 

LA SCUOLA IN EUROPA … a cura di Mario Di Mauro

L’eterno amore incompreso tra scuola e lavoro forse ad una svolta

 

PSICOLOGIA DELLA GESTIONE … a cura di Vittorio Venuti

L’impossibile neutralità dell’educazione

 

I CASI DELLA SCUOLA … a cura di Antonio Di Lello

La pubblicazione degli esiti degli scrutini

 

GIURISPRUDENZA DEL LAVORO

Assegnazione in deroga di un insegnante di sostegno

 

 

DIRIGERE LA SCUOLA N. 8/2014
 
Vittorio Venuti – Editoriale - Quando una manovra economica si traveste da “riforma”
 
Attualità scolastica:
Umberto Vairetti - La collaborazione scuole-imprese tra riforma e crisi economica
Giacinto Iannuzzi - Qualità dei percorsi, validità dei processi e dei modelli (prima parte)
Paolo Pieri - Elezioni sicure in scuole sicure?
Giacomo Mondelli - Linee di intervento della scuola nel lago digitale
 
Gestione amministrativa e contabile:
Pasquale Annese - Gli atti datoriali del dirigente scolastico: l’assegnazione dei docenti alle classi
Gianluca Dradi - Formazione delle cattedre: regole procedimentali e danno erariale per cattivo esercizio del potere
Carmen Iuvone - L’integrazione scolastica per bambini stranieri: un primo inquadramento normativo (prima parte)
 
Michela Lella - Il risveglio della buona pedagogia
Elena Macario Crussi - La fobia scolastica
 
Notizie in breve:
·        Composizione Commissione di gara negli appalti
·        Le novità sull’apprendistato
·        Reato penale attribuire ufficialmente una presenza a uno studente assente
·        Modificati i tempi e la procedura per l’accertamento dello stato di handicap
·        Contratti - Accordo fra aggiudicatario e stazione appaltante per un ulteriore sconto
·        Sicurezza e prevenzione infortuni - Obblighi gravanti sul datore di lavoro
·        Portatori di handicap - Insegnanti di sostegno - Riduzione - Motivazione specifica
·      Sul sito web non si possono pubblicare deliberazioni con informazioni sensibili
 
Rubriche:
LA SCUOLA IN EUROPA … a cura di Mario Di Mauro - La “ley wert” supera il voto del congresso spagnolo. Anche la spagna alle prese con continue riforme del suo sistema di istruzione
PSICOLOGIA DELLA GESTIONE … a cura di Vittorio Venuti - Contributo al dibattito sull’utilità dei voti e della bocciatura
I CASI DELLA SCUOLA … a cura di Antonio Di Lello - I limiti delle supplenze
GIURISPRUDENZA DEL LAVORO … a cura di Rosanna Visocchi - Procedura concorsuale ed equiparazione del servizio pre-ruolo a quello di ruolo
 
 

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo