Ultime notizie

Esame del Primo Ciclo: guida [...]

La Ministra Fedelie il professorLuca Seriannihanno presentato al MIUR ilDocumento di orientamento per la redazione della prova d’italiano nell’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo”. Il testo è frutto del lavoro di un’apposita commissione di esperti guidata dal noto linguista e composta daMassimo Palermo, ordinario di Linguistica italiana all’Università per stranieri di Siena,Nicoletta Frontani, docente di Lettere presso il liceo classico “Augusto” di Roma,Antonella Mastrogiovanni, docente e collaboratrice dell’INVALSI (Istituto Nazionale di Valutazione del Sistema di Istruzione), Carmela Palumbo, Capo del Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali del MIUR.

“Il gruppo di lavoro è stato costituito a luglio con il compito di definire una serie di interventi operativi per migliorare le competenze nella lingua italiana delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado - sottolinea la Ministra Valeria Fedeli -. Quello che presentiamo oggi [16 gennaio] è un primo risultato. Ringrazio il professor Serianni e tutta la commissione per il lavoro svolto e per aver messo le proprie competenze al servizio del Paese e della nostra scuola. Il documento finale è di alto valore e potrà rappresentare una utile guida per le nostre e i nostri docenti anche nell’attività didattica quotidiana, oltre che in vista dell’Esame finale del primo ciclo”.

“Il gruppo guidato da Serianni - prosegue - ha fornito, in questa prima fase, la necessaria consulenza tecnica per la produzione delle tre tipologie di prove in cui si articola la prova scritta d’italiano al termine del I ciclo: testo narrativo o descrittivo; testo argomentativo; comprensione e sintesi di un testo, anche mediante richiesta di riformulazione. Tre tipologie di prove che, lo ricordiamo, se ben strutturate, consentono alle e ai docenti di verificare le diverse competenze linguistiche di cui si compone la padronanza della lingua italiana, padronanza verso cui la scuola deve traguardare studentesse e studenti per farne, davvero, cittadine e cittadini attivi e competenti”.

“La commissione ha messo insieme competenze e sensibilità diverse, lavorando con grande armonia. Il proposito è stato quello di offrire ai docenti suggerimenti per predisporre al meglio le prove d’esame e valutare le competenze di lingua italiana per quanto riguarda sia la comprensione sia la produzione del testo”, ha dichiarato il professor Serianni.

La prova di italiano, ha spiegato la circolare di ottobre, potrà essere strutturata anche in più parti riferibili alle diverse tipologie proposte (testo narrativo o descrittivo; testo argomentativo; comprensione o sintesi di un testo) che potranno essere utilizzate in maniera combinata all’interno della stessa traccia. Saranno le singole commissioni a predisporre le prove. Il giorno della prova ogni commissione sorteggerà una terna di tracce da sottoporre ai candidati che ne sceglieranno una.

La commissione guidata da Serianni ha lavorato sulla prova di italiano, mettendo a punto un documento che offre indicazioni operative sulle possibili modalità per verificare le competenze di lingua italiana delle studentesse e degli studenti che affronteranno l’Esame di terza, con un suggerimento rivolto alle e ai docenti affinché, durante tutto il triennio della scuola di primo grado, anche in vista dell’Esame finale, sia rilanciato il ruolo del riassunto che, spiegano gli esperti, presenta “alcuni requisiti formativi che appaiono di grande importanza”. Il riassunto, infatti, “verifica la comprensione di un testo dato e la capacità di gerarchizzarne i contenuti, anche attraverso la scansione in macrosequenze; abitua, con la pratica della riformulazione, all’uso di un lessico adeguato; infine, propone ad alunne e alunni testi di natura e destinazione diverse, mostrando loro attraverso il contatto diretto il variare della lingua a seconda della specifica tipologia testuale”.

Per ogni tipologia di prova, nel documento presentato oggi vengono illustrate nel dettaglio le competenze linguistiche che possono essere maggiormente sviluppate nelle studentesse e negli studenti. Sono indicati gli accorgimenti da utilizzare nella redazione delle prove con attenzione ai testi da selezionare e proporre. Infine vengono proposti esempi concreti di prove.

Nei prossimi mesi il gruppo di lavoro porterà la sua attenzione all’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo. Come previsto dal Decreto legislativo 62/2017 (art. 17, comma 5), il Ministero dovrà definire, infatti, per la prova d’italiano e per le seconde prove, appositi quadri di riferimento utili per la loro redazione e valutazione. Il gruppo di lavoro coordinato dal professor Serianni fornirà anche in questo caso il suo contributo tecnico per elaborare il quadro di riferimento per la prova scritta d’italiano.

 

Contratto scuola: Piccolo [...]

A conclusione dell’incontro del 17 gennaio 2018 all’Aran sul rinnovo del contratto scuola valido per il triennio 2016/2017, i sindacati hanno confermato che si è fatto un piccolo passo. L’Aran ha consegnato una nuova bozza di contratto con delle novità che recepiscono alcune richieste sindacali. Però, sostengono le organizzazioni sindacali, si è ancora lontani dall’accordo.

L’ARAN ha proposto una nuova sistemazione dei livelli delle relazioni sindacali, inserendo l’istituto delconfrontoa seguito di informativa sindacale e conseguente verbale di sintesi fra le parti, il che obbliga la parte datoriale a confrontarsi sulle materie di informativa e ad arrivare ad un verbale di sintesi. Peraltro, si è confermata la chiusura sulla disponibilità di inserire nella contrattazione i criteri per l’organizzazione del lavoro (orario, turnazioni, conciliazione tempo vita – tempo lavoro, partecipazione alle attività previste dal PTOF …).Pertanto, il segnale d’apertura offerto dall’Aran non è ancora ritenuto sufficiente.

Prossimo incontro, la prossima settimana.

SEMINARIO DI FORMAZIONE A [...]

IL CIDI DI BOLOGNA E EUROEDIZIONI TORINO ORGANIZZANO SEMINARIO DI FORMAZIONE

Rivolto a Dirigenti scolastici e Docenti

Il curricolo della Creatività

LUNEDI' 29 GENNAIO 2018

PRESSO BIBLIOTECA DELL'ARCHIGINNASIO - SALA DELLO STABAT MATER

 PIAZZA GALVANI, 1 - BOLOGNA

Per iscriversi cliccare qui

PROGRAMMA DEL SEMINARIO IN ALLEGATO

RINNOVO ABBONAMENTO RIVISTE [...]

Le condizioni di abbonamento per l’anno 2018 sono rimaste immutate.

In allegato le condizioni di abbonamento per l'anno 2018

RINNOVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO!

Le riviste sono disponibili anche on line collegandosi al sito www.euroedizioni.it

Concorso Dirigenti – [...]

Il Miur ha comunicato che, alla alla scadenza del tempo utile per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, risultano effettivamente inoltrate 35.044, di cui il 70,7% inviate da candidate donne e il 29,3% da uomini. L’età media delle candidate e dei candidati è di 49 anni. La Regione nella quale sono state presentate più domande è la Campania (7.039), seguita da Sicilia (5.595), Lazio (3.887), Puglia (3.719) e Lombardia (3.051). Saranno inoltre 15 i candidati residenti all’estero che sosterranno la prova preselettiva nel Lazio, come previsto dall’articolo 6 del bando di concorso emanato a novembre. I posti a bando sono 2.425, di cui 9 destinati al concorso per le scuole di lingua slovena o bilingue presenti in Friuli Venezia Giulia.

Il calendario della prova preselettiva del concorso, comprensivo del giorno e dell’ora dello svolgimento della prova stessa, sarà reso noto sul numero del 27 febbraio 2018 della 4^ Serie Speciale, Concorsi ed Esami, della Gazzetta Ufficiale. Su quello stesso numero della Gazzetta sarà resa nota anche la data di pubblicazione dell’archivio di 4.000 domande da cui saranno estratti i quesiti della prova preselettiva. La banca dati dei quiz sarà comunque pubblicata sul sito del Miur almeno venti giorni prima dell’inizio della prova. L’elenco delle sedi della prova preselettiva e le ulteriori istruzioni operative saranno comunicati almeno 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove, tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero.

Il nuovo un corso-concorso per dirigenti ha come obiettivo la copertura dei posti disponibili per il prossimo triennio, il 2018-2021. Attualmente sono 6.792 i dirigenti in servizio, 1.189 i posti vacanti, 1.748 le reggenze, tenendo conto anche di scuole sottodimensionate e dei distacchi (comandi) presso altre amministrazioni o sindacali. Il 68,2% dei dirigenti in servizio è una donna, il 31,6% ha più di 60 anni (un dato comunque in calo rispetto al passato), l’età media è di 55,6 anni. I posti banditi corrispondono ai posti vacanti nell’anno scolastico in corso, più quelli che si renderanno liberi a seguito dei pensionamenti nel 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021, detratti quelli che si possono coprire con le graduatorie esistenti nonché quelli delle scuole sottodimensionate (che non possono avere un dirigente titolare).

Concorso Dirigenti - TAR [...]

L’Anief comunica che il TAR Lazio, con provvedimento d’urgenza, ha accolto la richiesta di un docente precario di partecipare alla procedura selettiva indetta dal Miur e sospeso l’efficacia del bando di concorso nella parte in cui esclude i docenti precari dalla selezione per diventare Dirigenti.

Già in occasione dell’ultimo concorso DS bandito nel 2011, l’Aniefaveva ottenuto ragione in tribunale proprio avverso tale illegittima previsione che viola la normativa comunitaria escludendo i lavoratori precari della scuola con 5 anni di servizio alle spalle; anche nel nuovo bando sono state rilevate le medesime illegittimità non prevedendo la possibilità di partecipare alla selezione per i docenti precari, i docenti neoimmessi in ruolo o che ancora non hanno superato l’anno di prova.

Nel frattempo, l’Anief ricorda che possono ancora aderire ai ricorsi quanti hanno già inviato il Modello cartaceo di partecipazione al concorso DS predisposto dall’Ufficio Legale Anief entro lo scorso 29 dicembre (termine ministeriale di presentazione della domanda di partecipazione al concorso) o, in alternativa, hanno inoltrato domanda di partecipazione attraverso la procedura telematica prevista su istanze online.

Concorso Dirigenti Scolastici [...]

Il Miur ha comunicato che le domande pervenute per la partecipazione al corso concorso per Dirigenti Scolastici 2017, sono state  35.044, quindi sarà necessario svolgere la prova preselettiva, la cui data di svolgimento sarà resa nota sulla  Gazzetta Ufficiale  del 27 febbraio 2018 della 4^ Serie Speciale, Concorsi ed Esami.

Sulla stessa Gazzetta sarà resa nota anche la data di pubblicazione delle 4.000 domande da cui saranno estratti i quesiti della prova preselettiva, che saranno comunque pubblicate sul sito del Miur almeno venti giorni prima dell’inizio della prova.

L’elenco delle sedi della prova preselettiva, insieme alle istruzioni operative, sarà comunicato almeno 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove, tramite avviso pubblicato sul sito del Ministero.

La prova consistera in 100 quesiti a risposta multipla, estratti da una banca dati di 4000 quesiti. Avrà una durata di cento minuti, allo scadere dei quali il sistema acquisisce definitivamente le risposte del candidato. Correzione delle risposte date sarà possibile solo fino all’acquisizione definitiva

SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE [...]

EDITORIALE di Anna Armone

Direttore responsabile - Esperta in Scienza dell’Amministrazione Scolastica

PRIVACY: Entro maggio 2018 la riforma del codice per adeguarlo alle nuove direttive europee

Nel silenzio assordante di quasi tutte le Pubbliche amministrazioni, si avvicina il mese di maggio 2018, data in cui entrerà in vigore il nuovo Regolamento europeo sulla privacy. Le istituzioni scolastiche sono poco attente a questo tema, anzi, mi correggo, lo affrontano con una leggerezza allarmante. L’Italia fa parte della Comunità Europea, ma la sua impostazione culturale sembra distante anni luce dalla visione culturale che sottende il tema della privacy.

FARE L'insegnante n.4/2017

Rivista mensile di Formazione e Aggiornamento professionale e culturale per i docenti delle scuole di ogni ordine e grado

Editoriale  di Ivana Summa e Luciano Lelli

L’itinerario della valutazione nel sistema scolastico italiano

In questo numero di FARE L’INSEGNANTE viene in egemonia messa a fuoco una tematica al momento di primaria attualità e in costante ampliamento di attenzione, quella della valutazione di sistema e del personale. Nel prossimo numero l’indagine verterà, nel contesto tracciato nella corrente circostanza, sui più recenti sviluppi e consapevolezze fondative del versante della valutazione di consuetudine più storicamente datata e generalmente praticata, la valutazione didattica, cioè dei processi e degli esiti di apprendimento conseguiti dagli allievi.

NO alle telecamere in classe

La VII Commissione del Senato ha espresso parere contrario alle telecamere in classe bocciando il disegno di legge n.2574 che era stato approvato dalla Camera, il 19 ottobre 2016, in un testo unificato, con la seguente motivazione: “(…) tale disegno di legge contiene tutte le misure atte ad impedire l’insorgere di comportamenti lesivi, abusi e maltrattamenti sia fisici che psicologici, nei confronti di bambini che frequentano asili nido e scuole dell’infanzia, tramite l’uso di telecamere installate all’interno delle scuole, aule comprese. Dopo aver vagliato il disegno di legge, la Commissione ha ritenuto che il provvedimento di installare telecamere all’interno delle scuole sia dettato dalla necessità di dare immediatamente risposte a recenti episodi di violenza sui bambini. La legge invero deve riflettere bene sui fatti, altrimenti c’è il rischio che la stessa risulti disorganica, ovvero che rechi visioni distorte dei reali problemi in quanto ispirate all’emozione e all’emergenza momentanea”.

 

Vuoi dotare la tua scuola del sito web?

 

Oggi è possibile

a condizioni molto vantaggiose con soli 99,00 euro

Nel prezzo sono comprese le spese per lo spazio web, il passaggio a scuolaweb,  l'assistenza, la manutenzione  e tutti i relativi oneri.

 

Per gli anni successivi il rinnovo annuale dell'abbonamento a ScuolaWeb

costa solo € 99,00

Nel prezzo sono comprese le spese di assistenza, manutenzione e lo spazio Web.

 

Con meno di 28 centesimi al giornopotrete disporre di un portale, Facile, Intuitivo, Potente, Versatile, Economicogià

pronto per l’uso chiavi in mano!

L’offerta  base comprende

·      Portale web con molteplici funzionalità, albo on line, amministrazione trasparente.

·      Personalizzazione di base del portale per essere subito visibili sul web.

·      Registrazione e mantenimento dominio .it (o .net, .org)

·      Dominio gov.it - assistenza per la richiesta e supporto tecnico per la compilazione della domanda

·      10 Gb di spazio hosting web (da condividere con l’installazione del portale, il database ed i files che di volta in volta verranno caricati)

·      Traffico http illimitato

·      Sino a 10 indirizzi email accessibili via pop3/imap o via web.

·      App per accedere al portale via smartphone.

·      Assistenza tecnica diretta via email e per telefono. Sono disponibili due numeri di assistenza:

·      Assistenza tecnica n. 391 4948978

·      Assistenza amministrativa n. 0112209245.

 

 

 

 

 

 

CONDIZIONI E MODALITA' DELL'OFFERTA DI SCUOLA WEB

Internet non è più solo supporto della comunicazione convenzionale ma è divenuto esso stesso strumento di comunicazione. Anche le istituzioni scolastiche, per dare visibilità alle proprie iniziative, hanno incominciato a dotarsi di questo strumento attraverso la costruzione di un proprio sito web.

Il sito  istituzionale per una scuola ha molteplici scopi:

a)     migliorare la conoscenza, l’integrazione e l’accoglienza dell’utenza sul territorio

b)     far conoscere il Piano dell’Offerta Formativa;

c)     creare un canale di comunicazione con le famiglie ed in generale con l’utenza del territorio;

d)     creare un canale di comunicazione interno per il personale della scuola;

e)     mettere in comunicazioni le varie sedi sparse sul territorio, nel caso di Istituti comprensivi.

Comunicare attraverso internet significa far circolare contenuti dai più semplici ai più complessi, non solo in maniera chiara e trasparente, ma anche in modo efficace.  ScuolaWebfornisce tutti gli strumenti per pubblicare sulla Rete qualsiasi tipo di contenuto senza che sia necessaria la presenza a scuola di personale specializzato del settore. E’ sufficiente un livello base di informatizzazione.

 

Inserire contenuti in ScuolaWeb è semplice come scrivere una circolare utilizzando gli strumenti di Office!

ScuolaWebsegue la normativa tenendo d’occhio le linee guida per i siti web della pubblica amministrazione. L’obiettivo è quello di suggerire criteri e strumenti utili alla razionalizzazione dei contenuti online. Tra gli obiettivi di una pubblica amministrazione di qualità vi è infatti anche l'esigenza di fornire tramite web informazioni corrette, puntuali e sempre aggiornate nonché di erogare servizi sempre più fruibili a cittadini e imprese.

 

La versatilità e la potenza di ScuolaWeb permette di mantenere i contenuti sempre aggiornati!

ScuolaWebè un portale basato sul CMS Joomla. Joomla attualmente è considerato uno dei migliori CMS Open Source ed uno dei più utilizzati per la semplicità di gestione e la sua affidabilità.

 

Per questo motivo ScuolaWeb è molto economico perchè è basato su un prodotto Open Source!

Utilizzando ScuolaWeb  non hai la necessità di installare direttamente Joomla e di configurarlo per le tue esigenze. ScuolaWeb  nasce già pronto per l'utilizzo, dovrai preoccuparti solo di inserire i contenuti e gestirli al meglio per la tua organizzazione.

 

FUNZIONALITÀ DEL PORTALE

 

1.     Albo pretorio on line.Un’esigenza delle istituzioni scolastiche è quella di avere disponibile l'albo pretorio on line sul quale pubblicare i propri atti in adempimento dell'art. 32 della Legge del 18 giugno 2009, n. 69. La finalità di albo online è la pubblicità legale degli atti delle istituzioni scolastiche. Gli atti per essere efficaci devono essere pubblicati, non più attraverso la bacheca cartacea dell’istituto, ma attraverso una speciale sezione inserita nel sito istituzionale. Con questa applicazione si assolve a questa esigenza. L’applicazione, al pari di Joomla, è open source .

2.     Amministrazione trasparente.Consente di adempiere agli obblighi sanciti dal D.Lgs 14.03.2013 n.33 col quale vengono dettati i principi di trasparenza e introdotti nuovi obblighi e sanzioni a carico delle istituzioni scolastiche. Il decreto  in vigore dal 20 aprile 2014 si compone di 53 articoli ed un allegato in cui sono specificate le informazioni che debbono essere pubblicate nella  home page del proprio  sito istituzionale all'interno della sezione "Amministrazione trasparente".

3.     Bussola della Trasparenza.Conforme al D. Lgs  14.03.2013 n.33 per il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

4.     Gestione plessi. Il portale è costruito per permettere un’agevole gestione degli istituti con più plessi. Utilizzando l’area riservata il portale potrà agire come una intranet per mettere in comunicazione velocemente ed economicamente tutti gli organi dell’istituto seppur distribuiti geograficamente in ubicazioni differenti.

5.     Mappa del sitoad aggiornamento automatico. Quando si inserisce una nuova voce nei menu del portale, questa viene acquisita automaticamente dalla mappa del sito. In questa maniera la mappa risulta essere sempre aggiornata automaticamente in tempo reale.

6.     Gestione contatti.Permette di categorizzare i contatti e di presentare un’amichevole interfaccia (form) ai navigatori che vogliono mandare un messaggio al contatto stesso. L’indirizzo e-mail può essere reso non visibile per diminuire sensibilmente lo spam.

7.     Area riservata. Sezione in cui inserire documentazione accessibile solo ad utenti in possesso di credenziali riservate. La versione base prevede un solo profilo utente rivolto al personale dell'istituto. Su richiesta è possibile creare più profili (tale richiesta non è compresa nell'offerta base).

8.     Calendario eventi. Visualizza gli eventi suddivisi per categorie.

9.     Bottoni di accessibilità.Permettono di  ingrandire o diminuire la dimensione dei caratteri. In questo modo si facilita l’accesso ai contenuti del portale con il solo utilizzo della tastiera. Include anche opzioni di maggiore visibilità per gli ipovedenti per venire incontro alle direttive della legge 4/2004 (Legge Stanca).

10.  Voce:”Dove siamo”.Consente di utilizzare il servizio mappe di Google per visualizzare l’ubicazione della sede (o sedi in caso di più plessi) usando una visualizzazione mappa oppure satellitare (o l’unione delle due) e sfruttando tutte le peculiarità delle mappe google per quel che riguarda la generazione di percorsi.

11.  Galleria Immagini.Permette di visualizzare le immagini in gallerie utilizzando graziosi effetti grafici.

12.  Gestione Weblink.  Permette di categorizzare e descrivere i link web che si vogliono rendere pubblici e disponibili per gli utenti. I link si aprono in finestre ausiliare in maniera tale da mantenere la connessione al sito.

13.  Design grafico “responsive”. La grafica del portale si “adatta” a seconda delle dimensioni del dispositivo in cui viene visualizzato, questo permette un'ottimizzazione della visualizzazione dei contenuti sia che si navighi sul sito da un pc, piuttosto che un tablet o da uno smartphone.

14.  Blog Docenti per la didattica.Possibilità di gestire in autonomia blog per la didattica, p.e. il blog degli insegnanti di storia oppure il blog della classe IIIB .

15.  Gestione pubblicazione di notizie di particolare rilievo.Possibiltà di visualizzare delle notizie di eventi in particolari posizioni nel portale in maniera tale che se ne evidenzi l'importanza.

16.  Caricamento files AVCP.La Legge 190 del 2012 (Art. 1 c. 32 e 34) prevede che l'Istituto pubblichi un file in formato XML che contenga i dati inerenti i contratti pubblici contraddistinti da CIG. Con ScuolaWeb la pubblicazione di tali files avviene in modo semplice e veloce.

 

 

Personalizzazione del Sito Web

ScuolaWebsi può personalizzare secondo le esigenze della propria Istituzione scolastica. Sono disponibili delle opzioni che arricchiscono l'offerta di base e che, di anno in anno, possono essere modificate (aggiunte o tolte) facendone esplicita richiesta all'atto della stipula/rinnovo dell'abbonamento.

 

a)    Form.Si permette al gestore del portale web di richiedere l’inserimento di form per diverse esigenze. Per esempio potrebbe servire un’interfaccia di richiesta certificati dalle famiglie alla segreteria studenti, il form raccoglie tutte le informazioni relative ai dati per l’identificazione dell’allievo ed al tipo di certificato richiesto. Quindi tutte le informazioni raccolte vengono mandate automaticamente via email al personale della segreteria.

Si possono richiedere un massimo di 3 forms.

b)    Gestione downloads.Si dà la possibilità di utilizzare un sistema più sofisticato di download di files come la modulistica. Tale sistema permette di classificare i diversi files a seconda delle loro peculiarità. Si possono gestire gli accessi riservati e l’interfaccia verso l’utente è più amichevole.

c)    Guest book.(Libro degli ospiti) è un'utilità interattiva che permette ai visitatori del portale di poter lasciare firme e commenti.

d)    Statistiche di accesso.Si dà la possibilità ai gestori del portale di accedere alle statistiche di accesso di ScuolaWeb tramite Google Analytics. Google Analytics è una piattaforma di analisi dei dati web che consente di ottenere informazioni dettagliate sul traffico dati del sito.

e)    App smartphone.Si fornisce la possibilità a tutti gli utenti del portale di scaricare ed installare l'app per smartphone allo scopo di poter accedere ancora più agevolmente ai contenuti del portale attraverso il proprio cellulare o tablet. (Disponibile per ora solo per sistemi Android)

f)      Spazio web illimitato ed email illimitate.La massima libertà per il tuo sito con spazio di archiviazione illimitato e tutte le caselle di posta che ti necessitano con il tuo dominio.

 

 

Servizi aggiuntivi

Per dare il massimo della flessibilità anche per quel che riguarda l'aspetto amministrativo e tecnico della gestione del portale, si può scegliere di arricchire l'offerta con servizi tagliati su misura per le esigenze della propria Istituzione. Tali servizi possono essere modificati (aggiunti o tolti) facendone esplicita richiesta all'atto della stipula/rinnovo dell'abbonamento.

 

#

Servizio

Costo  +  IVA

1

Template grafico personalizzato (con logo fornito)

500,00

 

2

Personalizzazione delle voci di menù (max 5 voci)

100,00

4

Spazio Web illimitato e email illimitate

100,00

 

1.     Template grafico personalizzato.Il cliente ha la possibilità di scegliere i colori del sito adattandoli al proprio logo. Può anche scegliere il layout del portale decidendo ad esempio di eliminare una colonna.

2.     Personalizzazione delle voci di menù (max 5 voci).Il cliente ha la possibilità di chiedere  la modifica o l’aggiunta di un massimo di cinque voci di menù. SDI possono variare sia la dicitura della voce di menù che la funzionalità.

Condizioni e modalità di  acquisto

 

SPETT.  LE 

 CASA EDITRICE  EUROEDIZIONE TORINO SRL

Via G. Amati, 116/7 – 10078 VENARIA REALE (TO)

 

OGGETTO: Ordine Sito Web

 

Con la presente si prega di fornire alla scuola scrivente la fornitura relativa del Sito Web descritto in pubblicità nei termini di seguito specificati.

 

Descrizione

Costo base

IVA esclusa

●     Passaggio a ScuolaWeb

1.    Amministrazione Trasparente

2.    Albo on line

3.    Form (max 3)

4.    Gestione downloads

5.    Guest Book

6.    App Smartphone

7.    Statistiche di accesso

 Nel prezzo sono comprese le spese per lo spazio Web, il passaggio a Scuola web, l'assistenza e la manutenzione.

Sconto del 10% per gli abbonati alle nostre riviste

250,00 *

Rinnovo annuale  dell'abbonamento a Scuola Web

Nel prezzo sono comprese le spese per lo spazio Web, l'assistenza e la manutenzione.

99,00

Personalizzazione delle voci di menù (max 5 voci)

100,00

Template grafico personalizzato

500,00

Spazio web ed email illimitate

100,00

Supporto tecnico  materiale e Assistenza tecnica telefonica  (10 ore annue)

 

300,00

*Sconto 10% __________

                                                                                                                             TOTALE ____________

NOME DELLA SCUOLA o (privato) ______________________________________________________

 

VIA  __________________________________________________________________________________

 

CITTA’ __________________________________ CAP ___________ PROV. ______________________

 

TEL. ____________ FAX __________________ Email ______________________________________

 

CODICE FISCALE _________________________________

La scuola s’impegna a corrispondere il canone annuale di € 99,00 fatta salva la facoltà di rinnovo  da comunicare almeno due mesi prima della scadenza del contratto.

DATA

                                                                                                  

IL DIRIGENTE

IL DIRIGENTE

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo